Confesercenti Caserta al Vinitaly 2018

18/04/2018 Confesercenti Caserta

Confesercenti Caserta al Vinitaly 2018 A margine della 52° edizione del Vinitaly, l’appuntamento più importante in ambito internazionale dedicato al mondo del vino e svoltosi a Verona dal 15 al 18 aprile 2018 raccogliamo le impressioni del Vicepresidente della Camera di Commercio di Caserta Maurizio Pollini.

“La presenza istituzionale ed imprenditoriale di Caserta al Vinitaly testimonia la volontà tessuto imprenditoriale locale di valorizzare il comparto del vino, settore decisivo per l’economia della nostro territorio - ha dichiarato Maurizio Pollini - Quest’anno finalmente si respira un’identità campana, i territori uniti possono essere più competitivi. L’export della Campania è in continua crescita ma possiamo fare ancora meglio: dobbiamo puntare sui tanti giovani appassionati al settore e intercettare le opportunità offerte dalle politiche comunitarie. Il clima è di grande ottimismo per la crescita costante dell'export. Su tutto le bollicine italiane che dal 2007 al 2017 hanno registrato una crescita del 240% (a fronte di una media mondiale del +50%), soprattutto per la qualità dell'offerta che le innovate aziende italiane portano sui mercati internazionali. Buone anche per il consumo, mentre è diminuito in Europa, cresce nel nord America e in Asia. Anche la Campania, con a capo la provincia di Caserta - continua Pollini - conferma il buon momento con una crescita nel 2017 rispetto all'anno precedente del 16% per un valore complessivo di 56 milioni. Al Vinitaly, presso il padiglione Campania, hanno presienziato 182 aziende, in particolare con la Camera di Commercio di Caserta erano oltre 30 le aziende del territorio, una realtà produttiva caratterizzata dalla straordinaria vocazione del territorio casertano. Una crescita vitivinicola che oltre al valore economico che segna positivamente il bilancio 2017 e segna un considerevole e positivo impatto con con il paesaggio pronto ad accogliere le nuove tendenze del turismo del vino ed gastronomico. Dobbiamo credere in questo binomio tra il vino ed il food affinchè nelle strutture ricettive della nostra provincia siano promossi i vini locali che ben si sposano con le pietanze tipiche della nostra storia, cultura e tradizione".

Per la Camera di Commercio di Caserta, le aziende partecipanti sono state: I Borboni, Aia delle Monache, Nugnes Vini, Galardi, Volpara Azienda Agricola, Cantina Trabucco, Masseria Felicia,Tempio di Diana, Porto di Mola, Alois, az. Ag. Castello Ducale, Cantina Dilisandro, La Masseria di Sessa, Sclavia, az. Agr. Francesco Luongo, Bianchetti Rossini Winery, Antropoli Agricola, Collefasani Cantine. Tenute Bianchino, Vitis Aurunca, Gennaro Papa, Viticoltori Migliozzi, Masseria Campito, Nanni Copè, Vigne Chigi, Vestini Campagnano Poderi Foglia, Medulla Exellence of traditional Italian Taste,,Telaro, Cantine Caputo.


CONDIVIDI NOTIZIA

ARTICOLO IN EVIDENZA

Contratto Turismo: Confesercenti, raggiunto l’accordo per il rinnovo con Filcams, Fisascat e Uiltucs

Il nuovo accordo sarà operativo per i circa 400mila dipendenti delle 80mila imprese turistiche Confesercenti Confesercenti ed i sindacati dei lavoratori Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e UILTucs hanno raggiunto l’accordo per il rinnovo del contratto nazionale del lavoro del settore Turismo. Il nuovo ... leggi tutto

ULTIME FOTO ULTIMO VIDEO INSERITO