Saldi invernali, in Campania al via il 5 Gennaio 2018

02/01/2018 Confesercenti Caserta

Saldi invernali, in Campania al via il 5 Gennaio 2018 I saldi invernali 2018 inizieranno ufficialmente dalla Basilicata, dove cominceranno già martedì 2 gennaio; subito dopo seguirà la Valle d’Aosta, dove l’inizio è fissato per mercoledì 3 gennaio. In tutte le altre regioni la prima giornata di sconti sarà venerdì 5 gennaio. L’unica regione a organizzarsi diversamente è la Sicilia, dove si dovrà aspettare sabato 6 gennaio.

Storia dei saldi, e perché si chiamano così
Partiamo dalla parola: “saldo” viene dal lessico commerciale.
La differenza tra le entrate e le uscite è un “saldo”, positivo o negativo, e i “saldi” sono quindi quello che non è stato venduto in un negozio alla fine della stagione e la vendita stessa di quei capi invenduti.
La nascita dei saldi in Italia è una storia interessante: le prime leggi sulle vendite straordinarie risalgono al periodo fascista, quando furono introdotte le due categorie delle “vendite straordinarie” e delle “vendite di liquidazione”. I commercianti potevano scegliere liberamente il periodo dell’anno in cui fare le vendite straordinarie.

Una legge del 1980 stabilì che le Camere di commercio avrebbero deciso i periodi dell’anno, al massimo due, in cui si potevano tenere i saldi, e che i saldi non sarebbero potuti durare più di quattro settimane. La pubblicità non poteva essere “ingannevole” e il venditore aveva l’obbligo di dimostrare, in caso di controlli, che aveva effettivamente fatto gli sconti promessi rispetto ai prezzi precedenti.

Nel 1998 si intervenne ancora sulle date, stabilendo che fossero le singole regioni a decidere quando poter iniziare i saldi. I saldi non esistono solo in Italia: molti paesi europei stabiliscono legislazioni particolari per le vendite promozionali.

Consigli per affrontare i saldi ed evitare le fregature
Per poter fare i saldi, i negozi devono rispettare alcune regole.
Il prezzo originale di ogni prodotto in saldo, per esempio, deve essere sempre indicato in modo chiaro e inequivocabile, vicino alla percentuale di sconto e al prezzo scontato (quindi occhio alle nuove etichette che coprono il prezzo originale).
Inoltre le merci in saldo devono essere tenute in zone separate rispetto a quelle non in saldo, in modo da non essere confuse.


CONDIVIDI NOTIZIA

ARTICOLO IN EVIDENZA

La Confesercenti patrocinia la Festa del Maiale del Salumificio Rosotta

Andrà in scena il prossimo fine settimana (15 e 16 settembre p. v.) l’ormai tradizionale appuntamento della “festa del maiale – in memoria di Maria Rosaria e Ludovico Rosotta” organizzato dal Salumificio Rosotta di Tentola Ducenta. La festa rappresenta un vero e proprio momento di approfondiment... leggi tutto

ULTIME FOTO ULTIMO VIDEO INSERITO